PREMIO BELLISARIO 2015 A SUOR EUGENIA BONETTI


Assegnate le Mele d'Oro della XXVII Edizione del Premio Marisa Bellisario“Donne Ad Alta quota”, il 20 Giugno 2015 alle ore 15 presso lo Studio Rai Nomentano 5 di Roma e in onda su Raidue il 24 Giugnoclicca qui


Venerdì 20 settembre 2013, suor Eugenia Bonetti incontra Papa Francesco a Casa Santa Marta. Con suor Eugenia erano presenti:

Suor Rita Giaretta, Orsolina di Vicenza, che opera dal 1995 in una casa di accoglienza a Caserta, Casa Rut, per il recupero di centinaia di donne e bambini.

Suor Maria Martinas, rumena, delle Suore della Provvidenza, che incontra sulla strada di notte, con altri operatori della parrocchia di san Frumenzio, le ragazze immigrate, specialmente rumene e visita ogni sabato il Cie di Ponte Galeria.

Suor Monica Chikwe, nigeriana, delle Suore Ospedaliere della Misericordia, che si occupa in modo particolare dei progetti di rimpatri assistit di Slaves no More, finanziati dalla Cei attraverso Caritas italiana, per donne vittime di tratta che scelgono di rientrare nel loro Paese in modo dignitoso.


Suor Eugenia Bonetti, missionaria della Consolata, Presidente dell’associazione Slaves No More e coordinatrice Ufficio “Tratta donne e minori” dell'USMI è stata riconosciuta dal Parlamento Europeo vincitore del Civi Europaeo Premium. 
Il riconoscimento le è stato consegnato durante la sessione solenne del Parlamento europeo il 16 e il 17 ottobre 2013 a Bruxelles. 
In passato, era stata nominata dal presidente della Repubblica Carlo Azelio Ciampi Commendatore della Repubblica italiana e per ben due volte aveva ottenuto un’onorificenza da parte del Dipartimento di Stato americano, proprio per la sua instancabile lotta contro le moderne schiavitù, in particolare la tratta di esseri umani per lo sfruttamento lavorativo e sessuale. 
Per l'edizione 2013 la Giuria ha selezionato 43 vincitori europei di cui tre italiani. Oltre a suor Bonetti, sono stati premiati Antonio Mumolo, Presidente dell'Associazione “Avvocato di strada Onlus” e Daniel Vogelmann, della casa editrice ebraica Giuntina di Firenze.


Suor Eugenia Bonetti, missionaria della Consolata e presidente di Slaves no More, ha ricevuto sabato 8 marzo 2014, in occasione della Giornata Internazionale della donna, l’Onorificenza dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana per il ventennale  lavoro svolto a favore di migliaia di donne vittime di violenze, abusi e sfruttamento e contro la tratta.

L’Onorificenza di “Grande Ufficiale” le verrà consegnata dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, nel corso di una cerimonia che si terrà al Palazzo del Quirinale.

Il pensiero e il ringraziamento di suor Eugenia Bonetti, leggi qui

 

L'intervento

di Blessing Okoedion

alla Camera dei deputati

 

Tratta. Okoedion: «Ho superato il passato e trovato il coraggio per raccontare».

Leggi e vedi anche:

Sir, 12.06.2017

L'Osservatore Romano

Missioitalia

Radio Radicale

Suor Rita Giaretta

Casa Rut, Caserta

mons. Raffaele Nogaro

Vescovo emerito, Caserta

RITORNO. E RICOMINCIO

Su Italia Caritas, il reportage sul progetto di rimpatri assistiti di donne nigeriane vittime di tratta di SnM

 

Leggi il commento di

suor Eugenia Bonetti, presidente di Slaves no More

MIGRAZIONI E TRATTA

L'8 FEBBRAIO A MILANO

25 NOVEMBRE 2016

GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA

SULLE DONNE

 

Leggi qui la riflessione

di suor Eugenia Bonetti

presidente di Slaves no More

6-12 NOVEMBRE 2016

LE DIECI PROPOSTE ANTI-TRATTA DEI MAGISTRATI

Eco del summit che si è tenuto in Vaticano il 3 e 4 giugno

A PRAYER FOR FREEDOM

UTERI IN AFFITTO

Slaves no More aderisce all'appello contro la schiavitù dell'utero in affitto

Leggi il testo e firma qui

L'articolo di Repubblica e il nostro commento su Avvenire

ANCHE L'EUROPA DICE NO

RROGETTO RIMPATRI

Tornate in Nigeria

tredici donne e dieci bambini

Per conoscere l'avanzamento

del nostro progetto clicca qui

INCUBO PONTE GALERIA

VITTIME DI TRATTA RIMPATRIATE DAL CIE

clicca qui

RAPPORTO USA 2015

SUL TRAFFICO DI PERSONE

REPORTAGE

Human trafficking:

The lives bought and sold

BBC, 28 July Guarda qui

Profughi. Prove tecniche

di integrazione

Jesus, sett. 2015 Guarda qui

ANALISI

Popoli in movimento

Sono 232 milioni i migranti

nel mondo. La maggior parte fugge

da guerre e violenze, oltre che dall'estrema povertà e da politiche irresponsabili. Un esodo senza fine

PRIMO PIANO

Un mondo di schiavi

La tratta di persone prende nuove drammatiche forme e interpella sempre più anche la Chiesa. Grazie a Papa Francesco, ma anche a tante religiose che operano con le vittime

Scrivici: slavesnomore@libero.it