• LOGIN
     

    Autenticazione

    • Utente
    • Password
     

"Come cristiani, non possiamo essere chiusi in noi stessi,
ma sempre aperti agli altri, per gli altri" (Papa Francesco)

Ultime Notizie

I Video di Slaves no More: testimonianze, eventi, la storia dell'Associazione




LIBRI

Il network di Slaves no More
18 agosto 2020

Lavorare in Rete: condividere prassi, esperienze, percorsi, vita insieme e cercare di costruire un network di relazioni che valichi i confini, che unisca due territori così distanti, ma altrettanto vicini come l'Italia e la Nigeria, è il punto fondamentale del nostro costante ed incessante lavoro.

Dal 2000 molto è stato fatto per contribuire al dialogo sul traffico e sfruttamento di esseri umani proveniente dalla Nigeria, con destinazione in Italia e più in generale in Europa. Lavoro che ha portato a risultati molto positivi e che negli anni ha visto nascere e consolidarsi cooperazioni e collaborazioni importanti.

Ad oggi Slaves no More dialoga e collabora con quattro case di accoglienza in Nigeria che si trovano a Benin City, Lagos, Delta State, Ijebu Ode. Due sono specifiche per il reinserimento socio lavorativo di donne e ragazze che tornano in Nigeria dopo l'esperienza della tratta e dello sfruttamento e due si occupano di accogliere e formare bambine e ragazze vulnerabili al fine di non farle cadere nelle mani degli sfruttatori.

Vorremmo in questo periodo raccontarvi nello specifico l'importantissimo lavoro che queste case fanno, non solo per le donne e ragazze, ma per tutta la società di riferimento.

La terza collaborazione di cui vorremmo parlarvi è con "
Vitalis Development and Peace Centre" delle Sorelle dell'Istituto Eucaristico del Cuore di Gesù.
In risposta alla necessità di prendersi cura dei poveri delle persone in difficoltà, l'Istituto promuove la giustizia e la lotta al fenomeno della tratta di esseri umani prevalente nei nostri tempi. Per questa ragione è stato istituito "Vitalis Development e Peace Center".

Il Centro è un'organizzazione senza scopo di lucro istituita per promuovere lo sviluppo umano sostenibile e integrale nello Stato del Delta e nei suoi dintorni.
La missione è alleviare la povertà, prevenire la tratta di esseri umani e lo sfruttamento delle vittime, la violenza domestica e l'abuso di minori attraverso programmi di empowerment (formazione professionale) e creare consapevolezza sulla minaccia di questi mali che hanno intaccato in profondità il tessuto della nostra società.

 

Nel Centro vengono svolte le seguenti attività:

1. Programma di sensibilizzazione nelle istituzioni primarie, secondarie e terziarie private e pubbliche, con lo scopo di realizzare iniziative educative per diffondere informazioni sulla prevenzione primaria della tratta di esseri umani, abusi sui minori e per sviluppare capacità di individuazione del fenomeno.
2. Formazione di giovani e adulti su diverse competenze professionali.



3. Educare giovani e giovani adulti formati alla gestione delle piccole imprese.
4. Mentoring e monitoraggio dei giovani e dei giovani adulti formati.
5. Fornitura di servizi di assistenza legale a persone in attesa di giudizio (ATP), uomini, donne e bambini.
 
6. Fornitura di servizi di assistenza legale agli indigenti e alle vittime vulnerabili di violazioni dei diritti umani, ecc.

Il progetto mira a rafforzare la capacità dei giovani disoccupati nello stato del Delta, in Nigeria, ad essere autosufficienti e a ridurre la povertà rurale, la disoccupazione e la tratta di esseri umani, migliorando così il reddito dei beneficiari e il loro benessere generale attraverso la formazione professionale.




Il progetto prevede la formazione in varie competenze professionali a giovani disoccupati per renderli lavoratori autonomi produttivi al fine di soddisfare i loro bisogni umani di base e contribuire così al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) di eliminazione della povertà e della fame.
Il progetto dovrebbe raggiungere 300 giovani, 200 donne e 100 uomini.